Skip To Content

Primo giorno a Delhi

L’arrivo non e’ stato dei migliori…. Un’ora per ricevere il bagaglio per poi scoprire che il taxi si era stufato di aspettarmi e se n’era andato: ho dovuto aspettare un’altra ora che tornasse a prendermi…

Ho dormito mezz’ora per essere svegliato dal mio compagno di stanza che e’ arrivato dalla Turchia alle 4 di mattina. Un altro paio di ore di sonno e poi tour organizzato di Delhi.

Abbiamo visitato la moschea piu’ grande dell’India, il bazar di Delhi vecchia ed il tempio Indu’ piu’ grande del mondo ancora in parte in costruzione (c’erano gli artigiani che ancora scolpivano la pietra…).

Fa molto caldo (45 gradi) ma pensavo fosse peggio di come in e’ in realta’. Le cose piu’ interessanti sono comunque quelle che si vedono in parte alla strada: gente che dorme beatamente negli spartitraffico della tangenziale, 20 uomini che tirano un blocco di cemento con una fune, famiglie intere che vivono in tende a fianco della strada, mucche all stato brado in mezzo al traffico, bambini che traggono divertimento facendo rotolare un vecchio coppertone di bicicletta con un bastone.

L’impressione che si ha pero’ e’ di una poverta’ dignitosa: la gente si accontenta del poco che ha e sembra dare meno importanza a quello che non ha. Tutti sorridono comunque e ovunque. Le famiglie sembrano molto unite e felici, con i fratelli piu’ grandi che si prendono cura di quelli piu’ piccoli e li fanno giocare.

A proposito, Delhi e’ la terza citta’ piu’ grande dell’India (dopo Calcutta e Mumbai), ma e’ quella con piu’ verde e pulizia.

Oggi abbiamo conferenza stampa (tra mezz’ora) e riposo: stanotte ci troviamo alla reception alle 2 di notte per partire per il Ladakh, da dove il nostro trekking comincera’…

Ci risentiamo a presto!

Share this article